Meditazione, uno strumento efficace

La Meditazione porta notevoli benefici

La pratica di cui vi voglio raccontare è proprio la Meditazione, uno strumento efficace che ognuno potrà utilizzare nella propria vita tenendo conto delle proprie aspirazioni.

Prendersi cura di se stessi dovrebbe essere un’attività naturale, ma non sempre accade, visti i tempi che ci vedono sempre più frettolosi e afflitti da tutto ciò che ruota nelle nostre vite. Viviamo un’esistenza frenetica nella quale potersi fermare ad ascoltare ciò che stiamo facendo è divenuto un lusso, per non parlare delle nostre emozioni e dei nostri pensieri, ormai appiattiti su loro stessi. La nostra è una vita che scorre automatica e molto spesso facciamo anche fatica a comprenderne il senso. Che cosa si può fare per vivere in salute? Quante volte abbiamo sentito che una mente sana produce un corpo sano? Certamente tante… ma quante volte lo abbiamo messo in pratica e sperimentato l’efficacia di questa locuzione latina?

Niente paura, siamo sempre in tempo e possiamo cominciare sin da ora, magari cominciando a meditare. In ogni caso, con questo articolo desidero darvi alcune utili informazioni, partendo dalla prima pratica meditativa rappresentata dal respiro, in modo tale che possiate trovare nella vostra vita maggiore equilibrio. Non si può cambiare ciò che non si conosce, quindi il fermarsi un attimo ad ascoltare, portando l’attenzione al nostro respiro, ci potrà dare utili indicazioni e segni tangibili di benessere. Cosa ci dicevano i nostri padri se non la necessità di contare sino a 10 o 100, o anche 1000 se occorre, e nel fare questo respirare, perché l’aria è ciò che permette al combustibile di bruciare fino a renderlo più leggero. Respirando la mente si armonizzerà, permettendoci di vedere più chiaramente e donandoci più elementi per discriminare. Che cosa significa tutto ciò? Semplicemente il fatto che ad una risposta automatica sostituirò una presenza più consapevole che mi consentirà di riconoscere le reali motivazioni del mio agire.

meditazione

Le tradizioni esoteriche ci rimandano al fatto che quando sorge un pensiero contrario allo yoga e quindi all’unione, bisogna esprimere un pensiero opposto facile no? Beh non è così semplice ma ci possiamo mettere per strada e divenire più consapevoli del proprio respiro è un bel partire ed il resto verrà di conseguenza. Ascoltare e contare, consapevoli che l’aria che assimiliamo dalle narici è cibo per la nostra coscienza più sottile produrrà notevoli benefici. L’aria incendierà la nostra coscienza, favorendo lo scioglimento delle tensioni. È incredibile come un’attività come questa praticata con maggiore consapevolezza possa dare così tanti benefici. In pratica davanti ad un pericolo o ad una minaccia tendiamo a trattenere il respiro perché istintivamente cerchiamo di conservare l’energia in funzione di qualcosa di cui non ne conosciamo la portata, ma così facendo alimentiamo la tensione rendendo tutto più difficile. Invece dovremmo portare attenzione sul respiro espandendolo consapevolmente a tutto il nostro essere. Un respiro calmo e profondo consentirà un graduale riallineamento della nostra coscienza, corpo, emozioni e mente saranno più coerenti ed in grado di esprimere una visione più chiara.

Nulla viene per nuocere, semplicemente è un’esperienza di cui abbiamo bisogno per conoscerci e conoscere, d’altra parte solo in questo modo potremo sentirci veramente liberi. Potremo reagire automaticamente, allontanando ciò che non conosciamo, ma così la daremmo vinta all’ignoranza vera fonte di sofferenza. La pratica della respirazione consapevole consentirà molteplici aspetti come la chiarezza del pensiero ed una crescita dell’autostima. Inoltre la salute ne trarrà giovamento perché aumenterà l’energia e diminuiranno ansia e depressione, favorendo, tra le altre cose, una riduzione dell’ipertensione e del colesterolo.

Studio medici confermano l’efficacia della meditazione

Ansia e depressione colpiscono più di 120 milioni di persone nel mondo. Solo in Italia, circa 5 milioni di uomini e donne soffrono del cosiddetto “mal di vivere” mentre 3 milioni di italiani devono fare i conti quotidianamente con stress e attacchi di panico. Abitualmente queste patologie vengono curate con terapie farmacologiche basate su antidepressivi ma esisterebbe un metodo alternativo in grado di dare sollievo alle persone che ne soffrono: la meditazione.

A provarlo è stato un maxi-studio condotto dal dottor Madhav Goyal, professore della Facoltà di Medicina della Johns Hopkins University, il quale ha confermato l’efficacia della meditazione come cura contro i sintomi di ansia e depressione, oltre che di insonnia e fibromialgia. In particolare, Goyal si è concentrato sulla cosiddetta “Mindfulness”, una pratica di tradizione buddista che si basa sul controllo del respiro e sulla consapevolezza dei propri pensieri.

Passando in rassegna 47 studi clinici sull’argomento, condotti nel 2013 e che hanno coinvolto più di 3.500 pazienti affetti da ansia e depressione, il professore ha potuto verificare che coloro i quali avevano praticato la meditazione, per circa 30-40 minuti al giorno e per un periodo di almeno otto settimane, mostravano risultati più positivi rispetto agli altri pazienti.

Anche se probabilmente la meditazione non potrà mai sostituire la medicina tradizionale nella cura della depressione, è confortante sapere che possa essere abbinata con successo alle terapie psichiatriche più consolidate per regalare speranza a chi desidera guarirne.

I nostri corsi di meditazione

La nostra associazione propone diversi corsi di meditazione in moltissime città:

  • Roma
  • Torino
  • Bergamo
  • Modena
  • Bologna
  • Milano
  • Firenze
  • Padova

Per maggiori informazioni contatta l’insegnante di sede utilizzando il seguente form.

Un pensiero su “Meditazione, uno strumento efficace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno + 1 =